Adotta una parola [sottotit: il censimento diventa grande?]

Duecentocinquantotto, sette, cinquantadue, trenta. Detti così son soltanto numeri, buoni per la tombola o per l’ennesimo sondaggio di giornata. Ma invece no, perché stavolta dietro le cifre ci sono conoscenze e lavoro vero. Sì perché quelli citati- 258 parole totali, 7 emergenze storiche, 52 personaggi illustri (e soprattutto) 30 contributori- sono dati, alcuni dati, raccolti fin qui grazie al censimento delle parole wikipedia dedicate all’Emilia Romagna condotto dalla community TER.

L’idea del censimento è venuta quasi per caso: qui a Turismo Emilia Romagna volevamo costruire una mappa delle entries wikipedia relative alla regione- che è ben promozione turistica anche questa, ci dicevamo. Ma mentre pensavamo a come raccoglier dati e poi scrivere, ci siamo resi conto che non aveva senso far tutto da soli, e che potevamo lavorar meglio e imparare di più facendoci aiutare da chi ne sapeva più di noi. Che poi sarebbe anche la nostra community.
Il censimento è venuto da qui. Fino ad oggi ci avete dato un monte di parole, suggerimenti su come meglio organizzare il documento [nella foto uno snapshot da “emergenze geografiche”], proposte su come organizzare il materiale.

Adesso, in effetti, è venuto il momento di ragionare su come lavorare con tutto questo bendiddio. Ma prima, proviamo a fare il punto su quello che abbiamo in dispensa:
258 voci, che grazie ad un vostro suggerimento abbiamo suddiviso tra emergenze geografiche (89) personaggi illustri (52), emergenze storiche (7), prodotti ripici (36), monumenti (32) luoghi (39) ed eccellenze industriali (9)
30 contributori, che ci hanno aiutato a raccogliere e organizzare le voci
un mare sterminato di possibilità in ordine a cosa fare di tutto il materiale raccolto

E proprio dall’ultimo punto vorremmo ripartire. In questo momento abbiamo in mano un tesoro di voci enorme, con molte voci ben fatte, alcune “da rivedere” ed un piccolo numero di entries ancora da creare.
Quel che ci piacerebbe fare- questa la proposta che vogliamo condividere con voi- è provare a prenderci cura del patrimonio appena descritto: controllare le voci già scritte, segnalare ed eventualmente correggere errori e mancanze, redigere le poche voci mancanti.

E’ un lavoro enorme, ce ne rendiamo conto, e sappiamo che non sarà né breve né semplice. Ma a noi sembra un buon modo per prenderci cura della nostra regione- che è poi il nostro compito- ed anche per rispettare il lavoro di tutti quelli che ci hanno aiutato fin qua.
In concreto, da domani noi dello Staff inizieremo a lavorare per davvero, controllando progressivamente le voci già scritte e provvedendo alla redazione di quelle che mancano. Lo faremo prendendo a riferimento le regole d’ingaggio di Wikipedia, impegnandoci cioè a non “copiare” testi e foto di altri, violando leggi sul copyright et similia.

E’ inutile dire- tanto si capiva da riga uno- che anche in questa seconda fase ci piacerebbe lavorare insieme a voi. Il nome (provvisorio) dato all’iniziativa rende conto di questo desiderio: lo abbiamo chiamato Adotta una parola perché ci piacerebbe che i “contributori” che ci hanno segnalato dei lemmi volessero “adottarli”, prendendosi cura di essi nei tempi e nei modi buoni per loro. Così come ci piacerebbe che anche altri volessero partecipare all’iniziativa.
Noi per nostra parte siam pronti a metterci braccia e quanta più trasparenza possibile: come Staff ci prenderemo ovviamente cura di tutte le parole (fossero anche tutte e 258) che nessuno vorrà “adottare”, e compieremo ogni sforzo per renderle alla comunità più accurate e precise possibili. Ma di chiacchiere ne abbiam fatte anche troppe.
Adesso ci interessa capire se Adotta una parola vi sconfifera, e se vi va continuare a giocare con noi.

nicholas, elisa, claudia, giovanni Staff TER

PS: quasi dimenticavamo. le parole che sono già state “adottate”, e che quindi non sono più alla ricerca di una mamma/papà, le riconoscete perché sono evidenziate in giallo nel gdoc pubblico!