#adottaunaparola: le parole della settimana [week 6]

L’Emilia Romagna è terra di natura, di arte, di gastronomia e di motori. Ma esiste almeno un’altra cosa per cui la nostra regione è conosciuta in tutta Italia e, spesso, anche all’estero: la musica.

L’Emilia Romagna, negli ultimi decenni, è stata la culla di molti noti cantautori e gruppi musicali. Scorrendo la lista di parole ancora da adottare nell’anagrafe di #adottaunaparola ne abbiamo trovati diversi. Uno di questi ha esordito a inizio anni ’80 con Gaetano Curreri come leader: gli Stadio. Chi non ha mai sentito Chiedi chi erano i Beatles, Acqua e sapone o Generazione di fenomeni?

Qui vi proponiamo una piccola chicca: Canzoni alla radio interpretata live con Luca Carboni (altro grande nome della musica pop made in Emilia Romagna).

Gli esordi della carriera degli Stadio sono accompagnati da un altro grande nome della musica bolognese: Lucio Dalla che, da Wikipedia, leggiamo essere uno dei più affermati cantautori italiani, considerando la continuità della sua carriera che sfiora i 50 anni di attività artistica.

I titoli conosciuti e amati di Lucio Dalla sono numerosissimi, sceglierne uno non è stato impresa facile. Speriamo di farvi contenti tutti facendovi ascoltare Anna e Marco.

Il terzo nome è quello di un vero e proprio poeta, impegnato e lirico: Augusto Daolio, storico leader dei Nomadi. Anche in questo caso scegliere un solo brano è difficilissimo, tante sono quelle conosciute, belle, ancora attuali e moderne. E così ne abbiamo scelta una scritta da un altro grande protagonista della musica emiliana, Francesco Guccini: Noi non ci saremo.

Amate questi cantautori e sentite di avere qualcosa da dire su di loro? Adottateli e contribuite a migliorare la voce Wikipedia che li riguarda!