Biblioteca Classense

Alle 9.30 di questa mattina ci siamo recati alla Biblioteca Classense, sede temporanea della mostra sulla battaglia di Ravenna del 1512.

Prima di diventare un luogo ricolmo di cultura, questa biblioteca fu un monastero dell’ordine dei Camaldolesi. Nella mostra sono trattati vari temi: il mostro di Ravenna, le tecniche belliche e l’innovazione dell’artiglieria.
Tra i libri esposti ve n’è uno in cui si parla persino dell’assedio di Mirandola da parte di papa Giulio II!

La disposizione dei libri nelle varie sale tuttora è stabilita in base ai loro contenuti.

Nella prima stanza, maggiore per importanza e dimensioni, si trovano i libri più importanti riguardanti tutte le materie. Per realizzare questa sala fu necessaria l’opera di stuccatori, falegnami, intagliatori e pittori.


Salendo una scala a chiocciola, si possono raggiungere le restanti sale, comunicanti tra loro.

Il numero dei libri della biblioteca ammonta a 800.000.